video-matrimonio-980x480
Non chiamatelo filmino!
28 luglio 2016
13584834_850085988430030_4296705716278302365_o
Le regole del perfetto invitato
30 luglio 2016

Il rito civile è molto veloce e sostanziale: la celebrazione, infatti, prevede la lettura di tre articoli del Codice Civile, l’esplicita e pubblica dichiarazione di volontà di coniugarsi e poi la lettura dell’atto di matrimonio e la sua sottoscrizione da parte degli sposi, dei testimoni e dell’Ufficiale di Stato Civile.

Tuttavia, anch’esso esige il rispetto di alcune regole di galateo, vediamo quali:

– La sposa entra in chiesa al braccio sinistro del padre;

– È bene che la sposa non scelga di indossare un abito molto scollato o che lasci scoperta la schiena. Si a tailleur o abiti lunghi se il ricevimento si svolge di sera, anche in tinte pastello. Attualmente è consentito indossare anche l’abito bianco, con uno strascico non eccessivamente lungo.

– Il velo non è adeguato per una cerimonia in municipio o se siamo in presenza di seconde nozze.

– L’anello di fidanzamento, regalato dalla famiglia dello sposo può essere indossato soltanto dopo la cerimonia.

– È permessa una leggera abbronzatura dorata, soltanto se il matrimonio si svolge nella stagione estiva.

– La sposa deve indossare le calze anche d’estate, perché emblema ineccepibile di stile, a meno che l’abito non sia accompagnato da sandali.

– I guanti non vanno indossati durante la celebrazione; si sfilano e si adagiano accanto al bouquet

Comments are closed.