98680
Le letture del matrimonio
4 agosto 2016
Warm-Taupe_reference
Matrimonio e allestimenti: i colori autunno/inverno secondo Pantone
29 agosto 2016
Una volta scelto l’abito da sposa, è il momento di passare agli accessori, in primis per importanza le scarpe. La scelta sembrerebbe facile e scontata, per alcune potrebbe bastare assecondare i propri gusti, invece sono diverse le variabili di cui dovrete tener conto nella scelta delle scarpe da indossare, onde evitare di trascorrere l’intera giornata a disagio e sofferenti.
Prima di tutto le scarpe devono essere comode, in modo da consentirvi con eleganza e savoir fair di tenerle indosso fino alla fine del ricevimento nuziale, senza dover ricorrere a scarpe modello “ciabatta” per i piedi gonfi o a ballerine rasoterra che farebbero perdere tutta la bellezza delle linee al vostro vestito. Ricordate, infatti, che l’abito è stato sistemato e modificato proprio in base all’altezza del tacco delle vostre scarpe.
 
Altro consiglio: valutate attentamente lo stile ed il materiale delle scarpe che indosserete, onde evitare accostamenti improbabili. “Less is more” è una regola sempre apprezzabile, pertanto varrà la pena abbandonare lustrini e swarovsky per le scarpe, a vantaggio di un abito già prezioso o in pizzo.

Un altro dettagli importante è il luogo in cui si svolgerà il ricevimento del matrimonio: in un giardino, ad esempio, sarà da preferire un tacco comodo o una scarpa bassa ad un tacco a spillo.

Per quanto riguarda il colore delle scarpe da indossare, potete scegliere i classici bianco o avorio, oppure dare un tocco di brio al vostro abito con colori che, magari, rispecchino il tema delle nozze.

Qualunque modello di scarpa scegliate, in ogni caso, assicuratevi che la vostra altezza sui tacchi non superi quella del vostro futuro marito, perchè la cosa potrebbe risultare imbarazzante!

Comments are closed.