Money & Couple balanced on industrial scales
Organizzare il proprio matrimonio senza sforare il budget
31 agosto 2016
11750627_10207001566738341_4946940494552865966_n
Matrimonio: disposizione ai tavoli, cosa dice il galateo
30 settembre 2016

Ebbene si, diciamocelo, quello che fa la differenza tra un matrimonio qualunque ed un matrimonio ben riuscito è la cura dei dettagli. Quando sento giovani coppie affermare che, poi, tutto sommato, ad organizzare un matrimonio “non ci vuole niente”, rimango sempre un po’ perplessa. Se gli amici impallidiscono quando nella buca delle lettere trovano una partecipazione di nozze, un motivo ci sarà. E la ragione, la maggior parte delle volte, è che già si prefigurano che il leit motiv della giornata sarà una “grande abbuffata” interminabile e piena di attese tra arrivo della sposa, foto di rito dopo la cerimonia, pause tra una portata e l’altra, fino ad arrivare al tanto agognato “taglio della torta“.

Se è vero che “il matrimonio è della coppia“, è anche vero che non bisogna trascurare i propri ospiti, ma è necessario renderli coprotagonisti del nostro grande giorno e fare in modo che diventi un momento di coinvolgimento anche per loro.

Iniziamo, dunque, con il valutare chi saranno gli ospiti presenti al nostro ricevimento: parenti anziani, coppie giovani, famiglie con figli, e cerchiamo di orchestrare tutta la giornata in modo che possa essere vissuta in maniera egualmente piacevole da tutti.

Stabiliamo, dunque, un fil rouge che caratterizzi l’intero evento e sia in grado di destare curiosità e meraviglia nei nostri ospiti già da quando riceveranno le partecipazioni. Nel decidere che tipo di matrimonio vorremmo, facciamo in modo di scegliere una location che si adatti bene alle esigenze dei nostri ospiti più adulti e dei più giovani, che sia facilmente raggiungibile e che lasci senza fiato tutti.

Proprio come hanno fatto Enzo ed Arianna, decidendo di dare al loro matrimonio il tema Boho Chic, sposandosi in un meraviglioso giardino allestito ad hoc per l’occasione. Dal rito civile al rinfresco, dalla torta al photobooth, tutto è stato studiato per divertire e condurre i propri ospiti in un viaggio attraverso la loro storia d’amore. Il loro matrimonio pomerdiano è stato veloce, divertente, “leggero” ed in grado di trasmettere a tutti gli ospiti la vera essenza di semplicità e dolcezza dei due giovani sposi.

(foto “Riccardo Giliberti ph” – Allestimenti “Robe Design” – Wedding cake “Che pasticcio”)

1dsc_0132 4dsc_8862 9dsc_8929 23dsc_9661 26dsc_9891

 

Comments are closed.